17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

EOM YOO-NA

Nome in coreano: 엄유나

Sesso: Donna

Biografia

Nata nel 1979, Eom Yoo-na ha studiato cinema e teatro alla Dongguk University di Seoul, ha iniziato la sua carriera come sceneggiatrice, dopo aver supervisionato la sceneggiatura di “The Chaser” è tornata a studiare e ha conseguito un master in sceneggiatura presso la Korea National University of the Arts. Contattata da una sua amica, Park Eun-kyung, CEO della società di produzione The Lamp, Eom Yoo-na iniziò a lavorare sulla sceneggiatura di “A Taxi Dirver”, uno dei film di maggior successo nazionale e internazionale del 2018. Mentre stava lavorando ad un film d’azione per debuttare alla regia, la sua amica le ha proposto di raccontare la storia della nascit di “MAL - MO - E” il primo dizionario della lingua coreana.

Presentazione Critica

Si sa ancora poco della storia coreana durante il periodo coloniale, le conoscenze dei grandi avvenimenti a volte lasciano in secondo piano quello che è successo a chi viveva la colonizzazione da cittadino comune. In pochi sanno che durante la colonizzazione giapponese, diversamente da quanto accadde con quella cinese in precedenza, il popolo coreano non fu oppresso solo a livello fisico ma anche attraverso il divieto di poter studiare e, a lungo andare, parlare la lingua coreana. In questo film Eom Yoo-na racconta con maestria proprio l’importanza delle radici coreane legate al proprio dizionario. In una ricostruzione scenografica a dir poco perfetta di quegli anni, e aiutata da un cast magistrale, la regista rinvigorisce l’orgoglio nazionale per la propria lingua attraverso un viaggio tra termini e linguaggi andati persi. In un ritmo costante e senza intoppi il film costruisce il dizionario coreano grazie alla rappresentazione dei diversi tipi di cittadini che popolavano la penisola coreana negli anni 40. Un’ottima opera prima che unisce orgoglio nazionale e storia senza dimenticare di intrattenere il pubblico.