In programma doppia proiezione con “Train to Busan”, zombie movie applaudito ai Midnight Screenings di Cannes e il suo prequel animato “Seoul Station”, entrambi del giovane maestro del terrore Yeon Sang-ho

Una serata dedicata al meglio del cinema horror dal Paese del Calmo mattino: sarà questo l’evento speciale della settima giornata del 15/mo Florence Korea Film Fest, mercoledì 29 marzo al cinema La Compagnia di Firenze. In programma una doppia proiezione con due tra le opere più applaudite della giovane rivelazione del terrore Yeon Sang-ho, definito dalla critica il George Romero coreano e noto soprattutto per i suoi controversi film d’animazione. Si parte alle 20.00 con “Train to Busan”zombie movie presentato ai Midnight Screenings del Festival di Cannes che, attraverso il racconto di un assalto di non morti su un treno lanciato ad alta velocità, fotografa i lati oscuri della società di Corea: dal cinismo all’egoismo selvaggio, fino all’emarginazione sociale. Alle 22.30 si continua con la prima italiana di “Seoul Station”, prequel animato di “Train to Busan” che, in una Seoul notturna e inquietante, segue i primi momenti dell’epidemia zombie per le strade della città.

Le proiezioni al cinema La Compagnia partiranno alle 15.00 con “I’m a Cyborg, but that’s ok”, tenera e bizzarra storia d’amore realizzata nel 2006 da Park Chan-wook. La giovane Young-goon è stata cresciuta dalla nonna, una donna dalle strane abitudini che un giorno viene rinchiusa in manicomio. Traumatizzata dall’evento, la ragazza comincia a credere di essere un robot e di poter comunicare con le apparecchiature elettroniche. Portata anche lei in un istituto psichiatrico, incontrerà Park II-Sun, un ragazzo che ruba in continuazione per paura di “svanire”. Tra i due nascerà un’innata complicità e una solidarietà reciproca che ben presto si trasformerà in amore.

Alle 17.30 un’altra pellicola romantica con “A Man and a Woman” di Lee Yoon-ki. Sang-min vive col figlio affetto da autismo in Finlandia; una mattina mentre lo accompagna a una gita scolastica incontra Ki-hong, connazionale con una figlia che frequenta la stessa scuola. I due trascorreranno la notte insieme per poi separarsi. Quando, qualche tempo dopo, si ritrovano in Corea, Sang-min ha un compagno mentre Ki-hong è sposato con la madre di sua figlia, ma i sentimenti che li avevano legati in Europa sono ancora forti per entrambi.

Alle 16.00 in Sala Mymovies il pomeriggio sarà dedicato al cortometraggio con “Day Trip”, opera firmata dal duo creativo costituito da Park Chan-wook e da suo fratello Park Chan-kyong che racconta la gita in montagna di un anziano maestro con la sua allieva, tra paesaggi mozzafiato e musica. Si continua poi con “Wednesday Prayer Group” di Kim In-seon, storia surreale di un curioso lavoro part-time presso un gruppo di preghiera pomeridiano.

EVENTI COLLATERALI

Alle 16.00 al cinema La Compagnia si potrà provare a dipingere sull’hanji, la carta tradizionalerealizzata dalla corteccia del gelso capace, con la sua straordinaria resistenza, di preservare i manoscritti per millenni (iscrizione gratuita su prenotazione a info@koreafilmfest.com), oltre cheprovare a indossare l’hanbok, il tipico abito da cerimonia coreano, mentre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00 a Palazzo Bastogi (via Cavour 18) sarà aperta la mostra“Minhwa, i dipinti che aprono il nuovo anno”, personale dell’artista Suh Gong Im che porterà in Toscana 35 dipinti realizzati con uno stile risalente al XVII secolo per celebrare l’ingresso nell’anno del Gallo (visitabile fino al 31 marzo, ingresso libero).