17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

TWO WEDDINGS AND A FUNERAL

Proiezioni:
Cinema La Compagnia - 25 Marzo 2019 - 22.30
Titolo Coreano:
두 번의 결혼식과 한 번의 장례식
Pronuncia Originale:
Du beon-ei gyeol-hon-sik-gwa han beon-ei jang-re-sik
Titolo Italiano:
Due Matrimoni e un funerale
Regista:
Anno:
2012
Durata:
108
Cast:
Jung Ae-youn, Kim Dong-yoon, Park Jung-pyo, Ryoo Hyoun-Kyoung, Song Yong-jin
Fotografia:
Musica:
Nazione:
corea del sud
Formato:
Colore:
colore
Formato:
dcp
Lingua:
coreano
Sottotitoli:
Italiano, Inglese
Formato:
dcp
Distribuzione Internazionale:
Edizione Festival:
Sinossi

Un ragazzo gay, Min Soo, e una ragazza lesbica, Hyo Jin, sono entrambi promettenti medici. Hyo Jin vive una relazione da dieci anni con Seo Yeong e vorrebbero adottare un bambino, ma non potendolo fare legalmente chiede a Min Soo di sposarla. Il ragazzo accetta la proposta dell’amica così da poter continuare la sua vita e nel contempo accontentare i suoi genitori che desiderano vederlo sposato. La loro tranquillità, tuttavia, viene minata dall’invadenza dei genitori di Min Soo.

Recensione Film

La paura del giudizio degli altri condiziona la vita di tutti, ancor di più, se il giudizio non è relativo alle proprie scelte ma alla propria natura. In molti casi, infatti, gli omosessuali si sentono costretti a nascondere la propria sessualità per svariati motivi, che siano la paura del giudizio della propria famiglia o perché la società non li accetta; “Two Weddings and a Funeral” con lo stile della commedia romantica esplora questo concetto attraverso il ritratto di una coppia di amici omosessuali (un ragazzo e una ragazza) che decide di sposarsi per poter mantenere il loro orientamento sessuale segreto ai loro genitori e ai colleghi. Tutti i personaggi sono consci di vivere in una società che discrimina gli omosessuali e mostra con chiarezza una forte critica sull’incapacità di accettazione del diverso e sulla preponderante omofobia che ancora imperversa in Corea. Con questo film il regista non cerca di fare una predica morale, vuole semplicemente raccontare la vita di tutta la comunità LGBTQ, costretta il più delle volte a nascondersi in una società che ancora oggi li vedere diversi, ma è una vera e propria celebrazione della sessualità, con un forte messaggio di auto-accettazione, amicizia e fedeltà a sé stessi.
Quello che forse fa storcere il naso è il diverso trattamento della storia dei due protagonisti, favorendo nettamente la storia del protagonista maschile più che quella femminile, ma nonostante ciò il film nel suo racconto riesce a far emozionare lo spettatore.