17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

SISTERS ON THE ROAD

Titolo Coreano:
지금, 이대로가
Pronuncia Originale:
Jigeum idaeroga joayo
Titolo Italiano:
Sorelle in Viaggio
Regista:
Anno:
2007
Durata:
90 minuti
Cast:
Chu Gui-jeong, Kim Dae-heung, Kim Sang-hyun, Lee Jung-eun, Mun Jae-won, Shin Min-a, Yang Yeong-jo
Sceneggiatore:
Fotografia:
Nazione:
Corea del Sud, Francia, Giappone, USA, Regno Unito
Formato:
Colore:
Colore, Bianco e Nero
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Lingua:
Inglese, Italiano, Coreano, Giapponese, Cinese, Mandarino, Francesce
Sottotitoli:
Italiano, Inglese, Tedesco, Francesce
Genere:
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Distribuzione Internazionale:
Edizione Festival:
Rassegna/Retrospettiva:
Sinossi

Dopo la morte della madre, la giovane Myeong-eun è costretta a rientrare nell’isola natale di Jeju. L’aspettano la sorellastra, Meung-ju, e la nipote, Seung-a. All’indomani del funerale, Myeong-eun comunica alla zia Hyeon-a di voler mettersi sulle tracce del padre, assente da più di venti anni, per riconciliarsi con i fantasmi del proprio passato da figlia illegittima. Mossa dai consigli di Hyeon-a e dal proprio senso del dovere, Myeong-ju accetta di accompagnare la sorella minore.

Recensione Film

Sisters on the Road è un road-movie sorprendente che sposa il melodramma alla detective story. La perdita improvvisa della madre e la pesante eredità di un passato irrisolto spingono la giovane Myeong-eun alla ricerca delle radici paterne. Suo malgrado, dovrà ripercorrere i perché dell’abbandono attraverso il filo rosso di verità taciute, di una lettera non letta, di castelli di certezze destinati a crollare. L’accompagna, lungo il percorso, la sorellastra Myeong-ju, specchio ridente e spensierato del suo impassibile e ostinato rigore. Ne risultano due personalità complesse, indagate nelle loro sfumature profonde perché profondo e versatile è l’animo umano. Attraverso un’ottima direzione del cast, Boo Ji-young mette in campo uno sguardo discreto e delicato sul fragile equilibrio di un amore inespresso. Per questo ci coglie impreparati quando, catturati a livello emotivo, scopriamo svolte inattese sul piano del racconto… Impossibile rivelare di più se non a scapito della sorpresa.