Titolo Coreano: 작전

Pronuncia Originale: Jak-jeon

Titolo Italiano:   l'Inganno

Regista: LEE HO-JAE
Anno:  2009
Cast: Gim Muyeol, Jo Duk-hyun, Jo Jae-yun, Kim Jun-seong, Kim Min-jeong, Lee Dong-yong, Park Hee-soon
Soggetto Originale: Lee Ho-jae
Sceneggiatore: Lee Ho-jae
Fotografia: Gi Se-hun
Luci: Gang Dae-hui
Montaggio: Sin Min-gyeong
Musica: Mok Yeong-jin
Direttore Artistico: Woo seong mi
Materiale di scena: Nam Seong-ju
Costumi: Go Hui-jeong
Make Up: Park Ye-ri
Audio: Gong Tae-won
Effetti Speciali: Jeon Geon-ik
Arti Marziali: Park Jeong-yul

Nazione: Corea del Sud

Formato Film: Lungometraggio

Durata: 119 minuti

Colore: Colore

Lingua: Coreano

Sottotitoli: Italiano, Inglese
Genere: Drammatico

Formato: 35mm
Produzione: Bidangil Pictures, Kim Su-jin
Distribuzione Internazionale: Showbox/Mediaplex Inc.

Sezione Festival: Orizzonti Coreani

Anno Festival: 2010

Sinossi:

A dispetto della sua apparenza un po’ cialtrona, Hyeon-su è un genio autodidatta della finanza. Le sua capacità di broker sono tali che, mettendo a segno la sua prima vera vincita, finisce per intralciare i loschi traffici di una grossa associazione a delinquere di gangster finanziari. L’unico modo di evitare guai è quello di lavorare per loro ad un nuovo colpo, ma Hyeon-su e la sua abilità fanno gola a tutti, e non sarà così facile sbrogliarsi da questo impiccio…


Recensione Film:

Come far soldi senza avere particolari velleità, ma aspirando ad una vita di lussi ed agi? La ricetta di Hyeon-su è semplice: studiare le strategie di chi ce l’ha fatta e unirci una abilità fuori dal comune. Ma l’equazione non è così elementare ed i guai in certi casi bussano direttamente alla porta di casa! Le avventure di Hyeon-su si muovono sui ritmi veloci di pellicole americane come The Snatch, in un crescendo fondato sull’attesa e sulla preparazione, il tutto propedeutico al momento topico in cui questo gruppetto di brokers truffaldini giunge (o pare giungere) allo scopo. Ma al di là dell’aspetto formale del film, ciò che conta di questa parabola della modernità e del successo ai giorni nostri è come siano tutti uguali davanti a questa chimera. La caratterizzazione dei personaggi in questo senso è impietosa. Al di là dell’estrazione, del percorso di vita, del sesso, tutti ambiscono allo stesso obiettivo, prevaricare, sbancare, e perché no,“fregare”, salvo però non rimanere a propria volta “fregati”.

Relatore: Gabriella Cerbai

Trailer: