17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

POSSESSED

Titolo Coreano:
불신지옥
Pronuncia Originale:
Bulshinjiok
Titolo Italiano:
Posseduta
Regista:
Anno:
2009
Durata:
112 min
Cast:
Go Seo-hui, Jang Yong-nam, Jang Young-nam, Kim Bo-yeon, Lee Chang-jik, Moon Hee-kyung, O Ji-eun, Park Jin-u, Ryu Seung-ryong, Sim Eun-gyeong, Yun Hui-cheol
Sceneggiatore:
,
Fotografia:
,
Musica:
Nazione:
Corea del Sud, Francia, Giappone, USA, Regno Unito
Formato:
Colore:
Colore, Bianco e Nero
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Lingua:
Inglese, Italiano, Coreano, Giapponese, Cinese, Mandarino, Francesce
Sottotitoli:
Italiano, Inglese, Tedesco, Francesce
Genere:
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Distribuzione Internazionale:
,
Edizione Festival:
Rassegna/Retrospettiva:
Sinossi

Hee-Jin, studentessa universitaria, riceve una telefonata dalla madre che le comunica la scomparsa della sua sorellina di quattordici anni, So-Jin. La ragazzina aveva subito un forte shock da piccola assistendo alla morte del padre in un incidente d’auto: da allora era rimasta traumatizzata. Mentre la madre, fanatica religiosa, prega, Hee-jin inizia la ricerca della sorella: inizia a conoscere dettagli inquietanti su una presunta attività sciamanica gestita negli appartamenti circostanti. La situazione precipiterà quando i vicini inizieranno a suicidarsi nei modi più disparati, mentre si insinua il sospetto che tutte queste morti possano essere collegate al manifestarsi della sorellina scomparsa. Presagi funesti, rituali diabolici, contatti con l’aldilà, esoterismo...

Recensione Film

Interessanti i temi di “Possessed”, che attraverso la vicenda della protagonista ci spinge a riflettere sul rapporto tra la vita e la morte, ma anche sulle linee di confine che separano religione ed estremismo della fede, fino a toccare i riti demoniaci. I personaggi del film sono schiavi del loro credo, sia esso cristiano o sciamanico. “Possessed” è un film d’atmosfera, che permea di angoscia sottile ogni scena. Stilisticamente cupo, elegante, tra un talismano e un crocefisso, il film attraversa il confine tra realtà e soprannaturale con estrema naturalezza. Piano piano, il mistero della sorellina scomparsa si rivela parte di un meccanismo più grande, legato a magie nere e misticismi pericolosi. Il senso di smarrimento che il film crea non ci abbandona, fino alla fine.