Titolo Coreano: 괴물

Pronuncia Originale: Gwoemul

Titolo Italiano:   The Host

Regista: BONG JOON-HO
Anno:  2006
Cast: Byeon Hie-bong, KO Soo hee, Kim Roi-ha, Ko A-sung, Lee Dong-ho, Lee Jae-eung, Park Hae-il, Song Kang-ho, Yim Pil-sung, Yoon Je-moon, Yu Yeon-su
Sceneggiatore: Baek Chul-hyun, Bong Joon-ho, Ha Won-jun
Produttore: Choe Yong-bae, Kim U-taek
Assistente al Direttore: Kim Jun-su
Fotografia: Kim Hyung-ku
Luci: Jeong Young-min, Lee Kang-san
Musica: Lee Byung-woo
Direttore Artistico: Ryu Seong-hui
Costumi: Jo Sang-gyeong
Make Up: Song Jong-hui
Audio: Choi Tea-young
Effetti Speciali: Kim Byeong-gi
Arti Marziali: Yang Kil-young

Nazione: Corea del Sud

Formato Film: Lungometraggio

Durata: 119 min

Colore: Colore

Lingua: Coreano

Sottotitoli: Italiano, Inglese
Genere: Drammatico, Fantastico

Formato: 35mm
Produzione: Showbox Entertainment
Distribuzione Internazionale: Punto Zero, Showbox Entertainment

Sezione Festival: K-Fantasitc

Anno Festival: 2014

Sinossi:

In un laboratorio della Corea del Sud, un patologo americano ordina al suo assistente coreano di gettare, nello scarico del lavandino, il contenuto di oltre 200 bottiglie di formaldeide, ritenendole ormai scadute e inutilizzabili. Seppur con una certa riluttanza, l’assistente esegue gli ordini e centinaia di litri di formaldeide finiscono nel Fiume Han. Anni dopo, alcuni passanti, incuriositi, notano all’interno del fiume una strana creatura anfibia. Subito dopo l’avvistamento, si scatena il caos: la creatura, di considerevoli dimensioni, esce dalle acque e aggredisce i passanti, per poi dileguarsi nelle acque del fiume, lasciandosi dietro decine di vittime. La notizia fa rapidamente il giro della Corea e viene immediatamente dichiarato lo stato di allerta, con l’esercito che si stabilisce in città per monitorare la situazione. Analizzando le vittime e i feriti, si giunge alla conclusione che il mostro sia portatore di un virus altamente contagioso e pericoloso; tutti i sopravvissuti alla strage vengono perciò prelevati e isolati dal resto della popolazione, in attesa di ulteriori analisi e per evitare il contagio…


Recensione Film: Il New York Magazine l’ha definito “il miglior film di mostri di sempre”, scrive Sentieri selvaggi. E certo “The Host” è un film notevole, che miscela con sapienza horror e ironia, dramma e risate, belle scelte di regia e ottimi effetti speciali. Non è il “solito” film con mostro gigante e assassino. E’ molto di più. Si corre dall’eco/vendetta al manifesto no global, dall’action movie all’horror al mélo… Lo spunto narrativo non è dei più originali: un imprudente scienziato fa riversare nelle acque del fiume Han, a Seoul, una sostanza altamente inquinante, a causa della quale prende forma una mostruosa creatura marina, che uscendo dalle acque terrorizza e uccide gli abitanti della riva del fiume, e rapisce una bambina. Il padre, il nonno e gli zii della bimba iniziano da qui una personalissima battaglia volta a salvare la piccola dalle fauci della creatura, sfidano un presunto virus letale che pare si sia diffuso attorno al fiume, e combattono perfino i divieti imposti dell’esercito americano. Da “King Kong” a “Godzilla”, da “Alien” a “Jurassic Park”, i riferimenti cinefili si sprecano. Ma “The Host” regala anche una decisa ironia di fondo, diverte e si diverte, mentre racconta una storia anche commovente di amore familiare. A impreziosire il tutto, effetti speciali di altissima qualità danno vita a una creatura tra le più realistiche che mai si siano viste in questo genere di film: una specie di pesce gatto gigante con le zampe. E grazie a ottime scelte di regia, le scene di azione si dipanano in un tono elegiaco attraverso ralenti, effetti sonori sincopati e tempi sospesi e dilatati. “The Host” ha vinto numerosi premi a livello internazionale: tra gli altri, tre riconoscimenti agli Asian Film Awards, il premio per la miglior regia al Fantasporto, e due premi al festival di Sitges. E’ stato visto in tutta l’Asia, e ha stracciato tutti i record di incassi in Corea. Miglior film ai Blue Dragon Awards del 2006, Bong Joon-ho miglior regista al Fantasporto del 2007, e ai Grand Bell Awards del 2007.


Trailer: