17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

EPITAPH

Titolo Coreano:
기담
Pronuncia Originale:
Gi-dam
Titolo Italiano:
Epitaffio
Anno:
2007
Durata:
98 minuti
Cast:
Jin Goo, Kim Bo-kyung, Kim Eung-soo, Ko Joo-yeon, Lee Dong-kyu, Ye Soo-jung, Yeo Ji
Sceneggiatore:
,
Fotografia:
Musica:
Nazione:
Corea del Sud, Francia, Giappone, USA, Regno Unito
Formato:
Colore:
Colore, Bianco e Nero
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Lingua:
Inglese, Italiano, Coreano, Giapponese, Cinese, Mandarino, Francesce
Sottotitoli:
Italiano, Inglese, Tedesco, Francesce
Genere:
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Distribuzione Internazionale:
Edizione Festival:
Rassegna/Retrospettiva:
Sinossi

1942. I giapponesi bombardano Pearl Harbor e opprimono la Corea colonizzata, all’Anseong Hospital i fantasmi la fanno da padroni: il giovane interno Jeong-nam si innamora del cadavere di una bella suicida; la piccola Asako, sopravvissuta a un incidente stradale, viene tormentata dalla madre morta; il dottor Kaneda vive col fantasma della moglie, la dottoressa Kim Dong-won, mentre nei dintorni un serial killer fa strage di soldati.

Recensione Film

I fratelli Jung, Sik e Beom-sik, esordiscono con un omnibus horror che nelle atmosfere sembra ispirarsi ai racconti di fantasmi giapponesi. E girano un film di genere che per eleganza di messa in scena e strategia drammaturgica si allontana parecchio dai consueti blockbuster di genere coreani. Forse non è sempre facile seguire la vicenda e i suoi continui incastri, flashback e flash-forward, ma l’efficacia dell’insieme, che peraltro si rifiuta di concedere troppo spazio agli spaventi programmati, è indiscutibile. E non bisogna sottovalutare la morale semplice ma non riconciliata: relazionarsi con l’aldilà è un trauma, mentre colpa, perdono e morte sono condizioni senza soluzione di continuità. Tra gli interpreti, Jin Ku (A Dirty Carnival), Kim Bo-kyeong (Friend) e Kim Tae-woo (Woman on the Beach). Il titolo (in coreano Gi-dam) significa “strane storie”.