Titolo Coreano: 싸이보그 그녀

Pronuncia Originale: Saibog-gn-nyo

Titolo Italiano:   Lei, una Cyborg

Regista: KWAK JAE-YONG
Cast: Fumiyo Kohinata, Hiromasa Taguchi, Kazuko Yoshiyuki, Keisuke Koide, Kenichi Endo, Naoto Takenaka, Yuito Owada, Yuriko Yoshitaka
Sceneggiatore: Kwak Jae-yong
Fotografia: Junichiro Hayashi
Luci: Masao Kanazawa
Montaggio: Kim Sang-bum
Musica: Naoki Otsubo
Direttore Artistico: Tomoyuki Maruo
Costumi: Kumiko Ogawa

Nazione: Corea del Sud, Giappone

Formato Film: Lungometraggio

Durata: 119 min

Colore: Colore

Lingua: Giapponese

Sottotitoli: Italiano, Inglese
Genere: Drammatico, Fantastico, Romantico

Formato: 35mm
Distribuzione Internazionale: Gaga Communications

Sezione Festival: Kwak Jae-yong Retrospettiva

Anno Festival: 2009

Sinossi:

Jiro è un ragazzo come tanti: studia e conduce un’esistenza banale. Fino all’arrivo di She. La Cyborg, mandata dallo Jiro del futuro, per proteggere se stesso da una sparatoria che lo avrebbe reso invalido. La presenza della bella e talvolta rude cyborg è per il ragazzo di grande aiuto: She usa i suoi super poteri per salvare vite umane e farlo arrivare puntuale a scuola. Col tempo, però, il ragazzo si innamora di lei, e la cyborg sviluppa emozioni umane. She, però, sa cose riguardanti il futuro che lui non sa.


Recensione Film:

Cyborg She, chiamato anche Cyborg Girl e My Girlfriend Is a Cyborg (traduzione letterale del titolo giapponese) prende gli elementi di Sassy (la ragazza “sfacciata” e i viaggi nel tempo) e li porta alle estreme conseguenze. La ragazza è più che strana, è un cyborg, e il viaggio nel tempo è una realtà concreta. Incidentalmente, entrambi costituiscono un chiaro omaggio sia al ciclo di Terminator (la sfera di plasma della crononauta, e la citazione della Cyberdine) sia ad anime come Evangelion (la tuta da viaggio della cyborg e il pupazzetto di Rey Ayanami che il protagonista si regala all’inizio della storia). La radice del racconto è un classico: il protagonista vecchio e stroppiato nel futuro, manda nel passato un cyborg di sua fabbricazione, perché salvi il suo se stesso giovane da una sparatoria che lo lascerà menomato. Naturalmente la ragazza sintetica è poco avvezza agli usi umani, nonché piuttosto manesca. Gag in quantità. E naturalmente Jiro si innamora di lei, e lei comincia a sviluppare sentimenti umani.