17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

BLOOD RAIN

Titolo Coreano:
혈의 누
Pronuncia Originale:
Hyeolui Nu
Titolo Italiano:
Pioggia di Sangue
Regista:
Anno:
2005
Durata:
119 minuti
Cast:
Choi Chong-won, Chun Ho-jin, Ji Sung, Oh Hyun-gyung, Park Chol-min, Park Yong-woo, Yoon Se-ah
Sceneggiatore:
,
Fotografia:
Musica:
Nazione:
Corea del Sud, Francia, Giappone, USA, Regno Unito
Formato:
Colore:
Colore, Bianco e Nero
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Lingua:
Inglese, Italiano, Coreano, Giapponese, Cinese, Mandarino, Francesce
Sottotitoli:
Italiano, Inglese, Tedesco, Francesce
Formato:
35mm, HD, DCP, Beta, 16mm, 2D, MOV
Distribuzione Internazionale:
Edizione Festival:
Rassegna/Retrospettiva:
Sinossi

1808, tarda era Joseon. Una nave attraccata al porticciolo della remota isola coreana di Tonghwa brucia improvvisamente durante una celebrazione. La nave contiene carta di alta qualità destinata a palazzo reale, e prodotta dalla cartiera dell’isola. Won-kiu, emissario del re, viene mandato ad indagare sull’accaduto, ma al suo arrivo trova ad attenderlo una serie di delitti che man mano si rivelano legati ad un rituale che già 7 anni prima aveva sterminato una intera famiglia di fede cristiana. La storia sembra quindi ripetersi, ma non è tutto così scontato.

Recensione Film

Crime story ambientata in epoca Joseon, ‘Blood Rain’ è un film assolutamente originale nel panorama della cinematografia coreana. Secondo film del regista di ‘Bungee Jumping On Their Own’, mantiene inalterati gli elementi che avevano garantito a Kim Dae-sung un grande successo di pubblico e di critica: perfezione formale declinata in ogni aspetto del mezzo cinematografico unita a una caratterizzazione dei personaggi mai banale. Assistente di Im Kwon-teak per molto tempo, Kim Dae-sung eredita dal maestro quell’intenso sentimento del paesaggio che è spesso simpatetico con le vicende dei protagonisti, le cui vite sono spesso drammaticamente lacerate dall’eterno dilemma fra devozione e rispetto della tradizione e legittima ricerca di un percorso individuale. Pluripremiato nei festival cinematografici, ‘Blood Rain’ è quindi molto di più di un semplice thriller, è la storia di un uomo travolto nelle sue certezze intellettuali ed etiche dall’irriducibilità del reale a categorie razionali prestabilite.