Titolo Coreano: 죽여주는 여자

Pronuncia Originale: Jookyeojooneun Yeoja

Titolo Italiano:   La signora del Bacchu

Regista: E J-YONG
Anno:  2016
Cast: Chon Moo-song, Yoon Kye-sang, Youn Yuh-jung
Sceneggiatore: E J-Yong
Produttore: Yoo Young-sik
Assistente al Direttore: Lee Sang-mun
Fotografia: Kim Young-Ro
Luci: ong Myeong-su
Montaggio: Ham Sung-won
Musica: Jang Young-gyu, Kim Sun
Direttore Artistico: Song Hye-jin
Costumi: Ham Hyeon-ju
Make Up: Jang Yun-jeong
Arti Marziali: Kwon Gwi-deok

Nazione: Corea del Sud

Formato Film: Lungometraggio

Durata: 111 min

Colore: Colore

Lingua: Coreano

Sottotitoli: Italiano, Inglese
Genere: Drammatico

Formato: DCP
Produzione: Korean Academy of Film Arts
Distribuzione Internazionale: M-Line Distribution

Sezione Festival: K-Woman

Anno Festival: 2017

Sinossi:

So-young è una “Bacchus Lady” ovvero una prostituta di mezza età con un discreto giro di clienti. Donna pratica e gentile non si tira indietro quando nella sua vita arriva improvvisamente un bambino filippino che ha bisogno del suo aiuto per ricongiungersi alla madre. La generosità della donna non si limiterà solo ad occuparsi del suo giovane ospite, ma si manifesterà anche in scelte ancora più difficili che coinvolgeranno i suoi ormai anziani e malati clienti.


Recensione Film:

In Corea del Sud, come in altri paesi, i cittadini anziani sono spesso la fetta più fragile della popolazione da un punto di vista sociale; la stessa Seoul è una megalopoli in cui la parte più vecchia sta lentamente scomparendo di pari passo al costante sviluppo economico. È in questo scenario che si muove un personaggio eccezionale come quello di So-young portato in vita sullo schermo da una formidabile Youn Yuh-jung (“The Housemaid”, “In Another Country”, “Salut d’Amour”). Il regista E J-yong
ci dimostra ancora una volta la sensibilità e l’attenzione degli autori coreani contemporanei che si avvicinano al tema della terza età senza mai trascurare nessun aspetto, ma generando nello spettatore una riflessione profonda e duratura che ricorda come la generosità, il coraggio e la dignità siano fra le qualità più preziose per un individuo.


Trailer: