17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

AN AFFAIR

Titolo Coreano:
정사
Regista:
Anno:
1998
Durata:
108 min
Nazione:
corea del sud
Formato:
dcp
Tipologia:
Colore:
colore
Lingua:
coreano
Sottotitoli:
Italiano, Inglese
Genere:
Produzione:
Distribuzione Internazionale:
,
Interpreti:
Lee Jung-jae, Lee Mi-sook, Song Young-chang
Sceneggiatore:
,
Musiche:
Direttore alla Fotografia:
Edizione Festival:
Sinossi

Seo-hyun è una casalinga annoiata che vive con il marito architetto e il figlio di 10 anni. Dopo l’incontro con Woo-in, il giovane fidanzato della sorella, la sua vita cambierà per sempre. Sua sorella Ji-hyun è molto impegnata con il lavoro, e quindi Seo-hyun e Woo-in sono incaricati di organizzare il matrimonio. Tra i due si instaura un profondo legame. Più passano il loro tempo insieme, più la loro attrazione cresce fino a farli diventare amanti clandestini. L’arrivo di Ji-hyun dagli Stati Uniti inevitabilmente complicherà le cose ma, nonostante tutto, i due continueranno la loro relazione pur comprendendo perfettamente le conseguenze delle loro azioni.

Recensione Film

Per il suo debutto il regista E J-Yong sceglie di puntare su un melodramma elegantemente erotico in cui una donna, non troppo felicemente sposata, intreccia una relazione clandestina con un uomo più giovane che è il promesso sposo di sua sorella minore. A interpretare il ruolo di colui che creerà un punto di rottura, non solo nella vita della sua amante ma, suo malgrado, in quello di tutta una famiglia, Lee Jung-jae alla sua quarta prova come attore. Malinconico, taciturno, languido e irresistibilmente vulnerabile il giovane attore incarna perfettamente il punto di svolta che si intromette in un matrimonio grigio mandato avanti dal senso del dovere e dal peso delle responsabilità.
Quello che la casalinga borghese Seo-hyun vede nel futuro cognato Woo In è la capacità di andare oltre la quotidianità. La loro malinconia è la stessa poiché entrambi sembrano destinati a soddisfare le aspettative delle loro famiglie e il ruolo che la società richiede loro.
Non solo capace di raffinata seduzione ed erotismo Lee Jung-jae è comunque un ragazzo alle prese con tanti cambiamenti che lo portano a trovare in una donna più adulta e rassicurante un’ancora di salvezza. Misterioso ma anche estremamente semplice, istintivo e consapevole dei suoi desideri, lui è ai suoi occhi un uomo che forse ancora non si è completamente distaccato da un’impulsività adolescenziale che lo fa inizialmente agire come se non vi fossero conseguenze.