17th Florence Korea Film Fest - Festival dedicato al cinema coreano a Firenze

200 POUNDS BEAUTY

Titolo Coreano:
미녀는 괴로워
Pronuncia Originale:
Minyeoneun Goerowo
Titolo Italiano:
Una bellezza da 90 kili
Regista:
Anno:
2006
Durata:
120'
Cast:
Joo Jin-mo, Kim A-jung, Kim Yong-geon, Lee Beom-soo, Lee Won-jong, Park No-sik, Rhin Hon-ey, Ryu Seung-su, Seo Yun, Sung Dong-ill, Yim Hyun-sik
Fotografia:
Musica:
Nazione:
corea del sud
Formato:
Colore:
colore
Formato:
35mm
Lingua:
coreano
Sottotitoli:
Italiano, Inglese
Genere:
,
Formato:
35mm
Distribuzione Internazionale:
Edizione Festival:
Rassegna/Retrospettiva:
Sinossi

Hanna è la “vera voce” di Ami, famosa cantante pop coreana. Nonostante questa la ignori, o peggio ancora la umili davanti al suo amore segreto Sang-jun, Hanna è una ragazza dolce e piena di qualità. Davanti all’ultimo sopruso Hanna prende la decisione della vita: sottoporsi ad una plastica total body, che possa finalmente allineare il suo corpo alla sua anima. Sang-jun, si ricrederà?

Recensione Film

Il mondo del K-pop, fenomeno di costume di proporzioni inimmaginabili, paragonabile per noi forse, per seguito e per peculiarità territoriale, a quello dei neomelodici napoletani che sono divi in “patria” e semisconosciuti al di là dei propri confini, è il brodo di coltura in cui si sviluppa questa storia d’amore classica e senza tempo. Sfodera citazioni e attinge a commedie statunitensi di prima fascia e non, fra tutte Amore a prima svista, e 30 anni in un secondo, perché il concetto della trasformazione, del brutto anatroccolo che sboccia e si prende la rivincita in primis, sull’acerrima rivale, e quindi su tutto il proprio mondo, è un clichè tanto consolidato quanto amato sia in letteratura che al cinema. Ed il “proprio mondo” per Hanna è proprio questo effimero ed artefatto star system in salsa coreana, fatto di palchi imponenti, ballerini, costumi glitterati, canzoncine orecchiabili dagli ammiccantio testi americaneggianti. 200 Pounds beauty è il pretesto per smascherare scanzonatamente il mondo artificioso dei divi di plastica, e per raccontare una storia senza tempo, con una morale e dei principi intramontabili ed universali.