Applaudito a Cannes, “The Wailing” di Na Hong-jin unisce il brivido del sovrannaturale al tema attualissimo della diffidenza verso la diversità

Un thriller d’autore che ha conquistato il Festival di Cannes unendo al brivido del poliziesco e del sovrannaturale una tematica attualissima: la paura dello straniero. Questo è “The Wailing”, l’ultimo lavoro del regista e sceneggiatore Na Hong-jin che costituirà l’evento centrale della quinta giornata del 15/moFlorence Korea Film Fest, lunedì 27 marzo alle 20.00 al cinema La Compagnia di Firenze. Salutato come una delle pellicole di genere più originali degli ultimi anni, il film è ambientato in un piccolo villaggio montano della Corea, dove l’arrivo di un giapponese solitario sembra aver costituito la miccia di un’epidemia sanguinaria che sta sconvolgendo la comunità. Le indagini sull’inspiegabile fenomeno vengono affidate al poliziotto Jong-goo, che insieme a una donna misteriosa e a un bizzarro sciamano si mette sulle tracce del nuovo arrivato. Ben presto, tuttavia, anche sua figlia inizierà a manifestare i segni del contagio.

Al cinema La Compagnia il pomeriggio sarà tutto dedicato alla retrospettiva su Park Chan-wook. Si parte alle con la proiezione di “Mr. Vendetta”, primo capitolo della celebre “Trilogia della Vendetta” che nel 2002 ha portato il cineasta corano al successo internazionale. Ryu, un operaio sordomuto, si prende cura della sorella in dialisi che attende il trapianto d’organi. Il ragazzo ha un gruppo sanguigno diverso da quello da lei e non riesce a ottenere un altro rene per vie legittime. Decide allora di affidarsi al commercio illegale, ma i trafficanti lo derubano di tutti i suoi averi; sarà il punto di partenza di una reazione a catena, dove il giustiziere diventerà il giustiziato e viceversa. Alle 17.30 si continua con “Lady Vendetta”, la vicenda di una studentessa appena ventenne che finisce in carcere, seppure innocente, con l’accusa di aver rapito e ucciso un bambino. Tornata libera dopo tredici anni di reclusione, potrà contare sull’aiuto delle amicizie maturate in prigione per portare a compimento il suo spietato piano di vendetta.

Alle 16.00 in Sala Mymovies il pomeriggio sarà dedicato al cortometraggio con “Demiltarized Zone” di Lee Min-u, ambientato nella zona cuscinetto tra le due Coree, e “The Judgment”, firmato ancora da Park Chan-wook, che dopo un disastro in un centro commerciale con più di 500 vittime riporta l’avidità di denaro diffusasi tra i familiari dei deceduti, al momento della rivendicazione delle salme.

EVENTI COLLATERALI

Alle 16.00 al cinema La Compagnia sarà possibile provare a indossare l’hanbok, il tipico abito da cerimonia coreano, mentre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00 a Palazzo Bastogi (via Cavour 18) sarà aperta la mostra “Minhwa, i dipinti che aprono il nuovo anno”, personale dell’artista Suh Gong Im che porterà in Toscana 35 dipinti realizzati con uno stile risalente al XVII secolo per celebrare l’ingresso nell’anno del Gallo (visitabile fino al 31 marzo, ingresso libero).