Festival.accrediti

ISCRIZIONE ASSOCIAZIONE - TAEGUKGI-TOSCANA KOREA ASSOCIATION

Festival Prevendita

Master Class del regista sudcoreano Park Chan-wook

 K-PAPER giornata dedicata all’Hanji

PREVENDITA BIGLIETTO - La bellezza della danza coreana

Marzo 2017
L M M G V S D
27 28 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2
E-mail
Twitter
Facebook
Youtube
Instagram

K-Fashion

Esperienze con gli abiti tradizionali coreani “Hanbok”

Cinema La Compagnia
23-30 Marzo, tutti i giorni dalle ore 16


Hanbok (한복) – in Corea del Sud) o Chosŏn-ot (조선옷) – in Corea del Nord) è il tradizionale costume coreano. Il termine hanbok si può semplicemente tradurre come abito coreano. Attualmente l'Hanbok viene utilizzato come abito da cerimonia, o per occasioni particolarmente formali.
L'Hanbok è stato particolarmente utilizzato fino agli anni sessanta, cioè fino a quando non si è cominciata a diffondere la moda occidentale. Ciò nonostante l'Hanbok è considerato un abito caratteristico da indossare in occasioni molto formali. Anche per tale ragione, l'Hanbok attualmente può arrivare a costare anche svariati milioni di won.
Attualmente in Corea esistono circa 50.000 aziende impegnate nella produzione di tali abiti, e persino una rivista specializzata nelle nuove tendenze di questo abito tradizionale. Le principali boutique specializzate nella produzione di hanbok sono a Ch'ŏngdamdong, Apkujŏng e Sinsadong.
Quest’anno il pubblico e gli affezionati del 15th Florence Korea Film Fest al Cinema La Compagnia avrà la possibilità di indossare questi abiti e farsi un selfie con lo sfondo del palazzo reale a Seul e immergersi nella cultura coreana con gli abiti tradizionali coreani.


K-Fashion Esperienze con gli abiti tradizionali coreani Hanbok

 


Minhwa - Suh Gong-im

Minhwa, I dipinti che aprono il nuovo anno
Mostra individuale dell’artista Suh Gong-im

Palazzo Bastogi
Firenze, 23-31 Marzo

Inaugurazione
23 Marzo, ore 18.00

Minhwa

Lo scorso 28 gennaio, secondo il calendario lunare abbiamo lasciato alle nostre spalle l’anno 2016 della Scimmia,  e siamo entrati nell’anno del Gallo, animale che con il suo canto caccia il buio e accoglie il nuovo sole che sorge. Da questo, il titolo della mostra: Minhwa, i dipinti che aprono il nuovo anno. La mostra è composta da 35 dipinti folcloristici coreani MINWHA, che raffigurano vari elementi e animali della vita quotidiana, con particolare attenzione al Gallo.

Descrizione dei MINHWA

I dipinti Minwha rappresentano una rivoluzione culturale risalente al XVII secolo nella dinastia di Joseon, periodo che vede accrescere lo scontento da parte delle nuove classi emergenti verso la vecchia aristocrazia, detentrice del potere. Tali circostanze suscitano negli artisti, un desiderio di distacco dalla cultura cinese, dalle numerose regole applicate nei dipinti aristocratici, dalle tradizioni superflue che fino ad allora avevano dominato l’arte, e una forte predisposizione alla ricerca di nuovi valori.  La natura rivoluzionaria dei dipinti Minwha spesso porta gli artisti a realizzare molte opere anonime, con l’intento di diffondere maggiormente la libertà di espressione e contribuire a una vera e propria lotta culturale contro l’aristocrazia. Minwha rimangono dipinti ancora oggi amati dal pubblico coreano, molto attuali e in continua evoluzione, come ama definire Suh Gong Im: il fatto che esso (Minhwa) sia il racconto di come noi viviamo il presente, ciò non lo rende relegato al passato. Respira assieme a noi, ci accompagna nella gioia e nel dolore, esso è perciò un arte che si evolve, cambiando e migliorando incessantemente.”

Artista
L’artista Suh Gong Im, nata in un piccolo paesino della Corea chiamato Gimje in una famiglia di  coltivatori di peschi, proprio grazie alle sue origini sviluppa una capacità di immaginazione che fa riferimento ai fiori di pesco che vide da piccolo. L’artista riesce a trasmettere, tramite elementi semplici e molto conosciuti, emozioni totalmente nuove e con una notevole capacità nell’utilizzo dei colori racconta con un linguaggio semplice una fase importante della cultura coreana. Le sue opere, oltre ad essere state esposte in numerose gallerie coreane, sono state presentate anche a Pechino, Parigi, Varsavia, Budapest, Berlino e a Madrid.

 


K-Paper

Cinema La Compagnia
29-30 Marzo, dalle ore 16

K-Paper

Per prenotarsi al Corso di Carta Coreana

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

K-Paper
Da Mercoledì 29 Marzo sarà la volta della K-PAPER, giornata dedicata all’Hanji, la famosa carta coreana realizzata dalla corteccia di gelso, capace, con la sua resistenza, di preservare scritti per oltre mille anni, con cui il popolo coreano ama realizzare maschere tradizionali, ventagli, bambole in Dak (albero di carta coreano), accessori vari e opere di artigianato. Nelle giornate del 29-30 Marzo (a partire dalle ore 16) sarà possibile partecipare a un corso di artigianato con la carta Hanji (corsi a numero chiuso fino a raggiungimento del numero massimo – iscrizione via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ).

 


Straniamento

Straniamento / Seemingly Familiar or Seemingly Unfamiliar
Mostra di Arte Contemporanea e Multimediale dalla Corea

Le Murate, Progetti Arte Contemporanea
Firenze, 30 Marzo - 29 Aprile

Evento Creato nell’ambito del 15th Florence Korea Film Fest

Inaugurazione
30 Marzo, ore 18.00


Mostra di Arte Contemporanea Multimediale ideata dalle curatrici Lee Jiyoung e Lee Kko-Kka, presentano gli artisti internazionali che esibiscono le loro opere in una cornice suggestiva tra arte contemporanea proveniente dalla Corea del Sud e l’architettura delle Murate.

Artisti
Bae Chanhyo
Guem Minjieong
Han Sungpil
Kang Yiyun
Kim Jongku
Won Seoungwon
Yeom Jihye

Organizzatori della Mostra
Taegukgi-Toscana Korea Association
Comune di Firenze
Mus.e
Le Murate

Sponsor
Arts Council Korea

Straniamento


The Net

Teatro La Compagnia
Firenze, 30 Marzo ore 20.30

The Net
Regia: Kim Ki-duk

The Net


Creazione siti web

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta - Per maggiori informazioni.

Accetto i cookie per questo sito.