Locandina Korea Film Fest 2016
Festival.accrediti

ISCRIZIONE ASSOCIAZIONE - TAEGUKGI-TOSCANA KOREA ASSOCIATION

Festival Prevendita

Marzo 2016
L M M G V S D
29 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3
E-mail
Twitter
Facebook
Youtube
Instagram

Film Blood Pledge, A
 

Blood Pledge, A

Blood Pledge, A
Titolo Coreano
여고괴담 5 – 동반자살
Pronuncia Originale
Yeogo-goe-dam5: Dongban Jasal
Titolo Italiano
Il Corridoio dei Sussurri 5°: Giuramento di Sangue
Anno
2009
Sceneggiatore
Lee Jong-yong
Fotografia
Kang Seung-gi
Luci
Park Young-Bong
Montaggio
Kim Sang-bum
Musica
Lee Jeong-woo
Nazione
Corea del Sud
Formato Film
Lungometraggio
Durata
88 minuti
Colore
Colore
Lingua
Coreano
Sottotitoli
Inglese
Italiano
Genere Principale
Horror
Formato
35mm
Produzione
Cine 2000
Cine 2000
Distribuzione Internazionale
FineCut Co., Ltd.
Cast
Jang Kyoung-ha
Oh Yeon-seo
Song Min-jung
You Shin-ae
Sezione Festival
K-Horror
Anno festival
2010
Sinossi

La liceale Eon-joo si getta dal tetto della scuola. Le sue tre amiche, So-i, Eun-young e Yoo-jin, che avevano peraltro stretto un patto di morte suicida, non avranno vita facile in classe: le compagne le incolpano della morte della ragazza; e ci si mette pure la sorella più giovane della morta, Jeong-eon, a addossare loro la responsabilità del gesto. Nel frattempo, Eon-joo riappare da fantasma a tormentare le amiche: cosa è veramente accaduto sul tetto la notte del suicidio?
Recensione Film

Quinta puntata della serie liceale dei “Il Corridoio dei Sussurri” (dopo Whispering Corridors [1998], Memento Mori [1999], Wishing Stairs [2003] e Voice [2005]), A Blood Pledge non si allontana dai meccanismi e dalle atmosfere che hanno reso famosi questi horror: la scuola, le pulsioni di ragazzine in fiore, le paturnie, vaghi sapori lesbici, la vendetta dall’aldilà, i fantasmi dei morti che non possono fare a meno di tormentare i vivi. Nell’esordio del regista Lee Jong-yong, a farla da padrone è un’amicizia strettissima, egoista e tradita, le cui implicazioni lesbiche sono evidenti. Il mondo adolescenziale è raccontato come un coacervo di aspirazioni di morte, gossip, rivalità, veleno e dispetti: non un paradiso, di certo, né il miglior modo di crescere, piuttosto un universo preoccupante di instabilità emotiva, di inadattabilità al presente e di mancanza di sguardo sul futuro.
Relatore recensione
Pier Maria Bocchi
Video



Powered by JReviews
Creazione siti web

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta - Per maggiori informazioni.

Accetto i cookie per questo sito.